Torneo Nazionale Memorial Sulpizi

La gargotta Bastia si Impone su Ellera

ttEntusiasmante dimostrazione di forza, quella delle atlete di coach Gian Paolo Sperandio che, dopo aver perso il primo set, hanno trovato una netta vittoria sulle dirette concorrenti dell’Ellera Volley. Pronte ad approfittare di qualche assenza tra le fila ospiti, capitan Uccellani e compagne inanellano, così, un’altra bella prestazione che inserisce La Gargotta tra le prime 4 della classe (scavalcando proprio Ellera e portandosi a pari punti con San Mariano e a -1 da Chiusi, entrambe prossime rivali delle bastiole). Sono sei, allora, le squadre in una manciata di punti a fare la corte al primato di Acquasparta Terni, matematicamente prima, ma che dovrà sudare le fatidiche sette camice per aggiudicarsi i Play-Off. Sole tre giornate al termine della regular season e ancora tanti scontri diretti, tante emozioni e tanti verdetti in ballo!

LA GARGOTTA BASTIA VOLLEY – ELLERA VOLLEY = 3-1 (24-26; 25-26; 25-14; 25-13)

LA GARGOTTA BASTIA VOLLEY: Codignoni, Alessandretti 13, Buzzavi 9, Ercolanoni 4, Patasce 15, Bergamasco, Uccellani 7, Mancinelli (L), Spacci 13, Grimaldi. N.e.: Lomurno, Rosi (L2), Tabai. All.: Gian Paolo Sperandio; ass.: Alberto Dionigi.

ELLERA VOLLEY: Molinari 8, Nofri Onofri 2, Bianconi 12, Caserta, Bonucci 2, Macioni (L), Zampini 7, Aglietti 8, Monti 14. N.e.: Verini (L2), Natalizi, Rellini, Cherubini, Sfascia.

Bastia: (b.s. 7, v. 6, ricez. pos. 52%, prf. 48%, attacco 35%, muri 8, errori 8).

Ellera: (b.s. 20, v.2, ricez. pos. 44%, prf. 39%, attacco 31%, muri 8, errori 12).

Bastia Volley: con Capitani l’U14 Vola… e SOGNA!

u14La tradizione del Bastia Volley è segnata inequivocabilmente da un’importante valorizzazione del settore giovanile: lo dimostrano i numeri, i risultati, la storia. Dopo gli ottimi risultati ottenuti dal bel gruppo dell’Under 14, coeso e composto da atlete giovani e talentuose, che hanno conquistato il primo posto in regular season – garantendosi così le finali regionali – abbiamo chiesto al loro traghettatore, coach Mattia Capitani, di raccontarci l’esperienza in panchina: i risultati, gli obiettivi e – soprattutto – il rapporto con il gruppo.

“L’Under 14 è composta da ragazze che vengono da esperienze diverse: la base è il gruppo Under 13, con il quale avevamo centrato l’anno scorso l’accesso alla fase Oro e che anche questo anno punta alla parte alta del ranking regionale – ci dice Capitani, che continua – alcune di loro già dall’anno scorso erano state inserite nel gruppo Under 14, chiuso con la vittoria della Coppa Argento. Il gruppo viene completato, inoltre, da due ragazze approdate a Bastia grazie alla collaborazione con la società di Trevi, e da Giulia Patasce, capitano e leader della squadra, giovanissima ma già titolare (e da protagonista) in serie C. Nonostante questa eterogeneità di esperienze, il nostro – insiste il coach – è un gruppo molto, molto, affiatato e  determinato, con tanto spirito di sacrificio e voglia di lavorare. I risultati della prima fase lo dimostrano: in 14 partite la squadra ha riportato a casa 13 vittorie; unico stop, contro la seconda in classifica, quando le bastiole hanno ceduto solamente al tie-break.”

“Già sapere di essere tra le migliori otto squadre nel panorama Umbro  – conclude Mattia Capitani – è di per sè un gran bel traguardo. Da quando è stato ufficializzato, poi, che la Sardegna sarà la sede delle finali nazionali under 14, tutta la squadra ha ricevuto una bella dose di adrenalina mista a euforia. Arrivarci sarà difficilissimo – forse impossibile, ammette l’allenatore -, perché da ora in avanti dovremmo affrontare squadre molto forti e ben organizzate.”

Ma in casa Bastia Volley non esiste perdersi d’animo e allora…

“Da oggi, ogni punto conquistato, ogni set vinto, sarà la ciliegina su una stagione già di per sé fantastica e poi, come dico sempre alle ragazze…

Se vogliamo essere i migliori, dobbiamo battere i migliori!”

E allora, complimenti alle giovanissime atlete e al loro allenatore per l’impegno fino ad ora mostrato e per i risultati ottenuti… e un grande in bocca al lupo per il proseguo di questo bellissimo sogno!

La Gargotta Bastia Volley Corre anche sul Lago

eleSi impone, tra le mura amiche del PalaGiontella di Bastia, il Bastia Volley di coach Gian Paolo Sperandio che, in 3 set, liquida la Nuova Trasimeno Volley, continuando la propria corsa verso il piazzamento play-off. Best Scorer della serata, Giulia Patasce con 14 centri, seguita da capitan Uccellani con 11. Molto bene il palleggio con i 6 punti di Ercolanoni, ma, in generale, arriva la conferma di un gruppo coeso e agguerrito. Dall’altra parte della rete, ci prova Barone con 12 punti, Vergari si ferma a 10, Gradassi fa 9 di personale.

Bastia sempre avanti nell’andamento dei 3 parziali, senza riuscire a scappare ma, al contempo, senza rischiare mai eccessivamente. Buona la prova delle ospiti del Trasimeno, ma Ucellani e compagne hanno una marcia in più e riescono a trovare la lucidità per non perdere terreno dal gruppetto di testa. Ora, a poco più di un mese dal termine, La Gargotta cerca la quadratura per tentare di arrivare su – il più possibile – con nessuno obbiettivo precluso.

LA GARGOTTA BASTIA VOLLEY – NUOVA VOLLEY TRASIMENO = 3-0 (25-23; 25-19; 25-17)

LA GARGOTTA BASTIA VOLLEY: Lomurno, Rosi (L), Alessandretti 2, Buzzavi 9, Ercolanoni 6, Patasce 14, Uccellani 11, Mancinelli (L), Spacci 8, Grimaldi. N.e.: Codignoni, Bergamasco, Tabai. All.: Gian Paolo Sperandio; ass.: Alberto Dionigi.

NUOVA TRASIMENO VOLLEY: Mittu 4, Mari, Sacco C. 6, Sacco A. 1, Barone 12, Gradassi 9, Vergari 10, Casati (L). N.e.: Vivolo, Canestrelli, Tintilla, Natalizi, Giovannini, Vicolini, Pagetta, Gallinella (L).

Bastia: (b.s. 3, v. 7, ricez. pos. 43%, prf. 37%, attacco 30%, muri 7, errori 13).

Trasimento: (b.s. 7, v. 4, ricez. Pos. 349%, prf. 45%, attacco 29%, muri 1, errori 14)

La Gargotta trova Vendetta Contro Castello

c_2017Si conferma, La Gargotta Bastia Volley, sestetto d’alta quota, dopo il trionfo casalingo nel recupero infrasettimanale contro Città di Castello. Trovano, così, la vendetta sportiva – le ragazze di coach Sperandio – contro le ospiti che si sono aggiudicate il match d’andata tra le mura amiche, nel girone di andata. A tenere botta, per Castello, l’ex di turno – Lucrezia Ceccarelli – con 16 punti di personale; seguono Mancini con 12 e Fiorini con 11.

Per il sestetto di casa, Alessandretti in grande spolvero (14) con 5 muri, accanto a capitan Giulia Uccellani (13).

Bastia che riesce a rimanere agganciata al treno delle inseguitrici, con Acquasparta che sembra ormai imprendibile – almeno nella regular season. Campionato in solitaria – ormai – per Città di Castello, che controlla l’ultimo posto utile per gli spareggi promozione.

LA GARGOTTA BASTIA VOLLEY – CITTÀ DI CASTELLO PALLAVOLO = 3-1 (25-15; 25-20; 12-25; 25-16)

LA GARGOTTA BASTIA VOLLEY: Codignoni, Alessandretti 14, Buzzavi 2, Ercolanoni 1, Patasce 9, Bergamasco, Tabai 1, Uccellani 13, Mancinelli (L), Spacci 5, Grimaldi 2. N.e.: Lomurno, Rosi (L2). All.: Gian Paolo Sperandio; ass.: Alberto Dionigi

CITTÀ DI CASTELLO PALLAVOLO: Mancini 12, Osakwe 7, Gobbi 2, Cesari (L), Nardi 4, Fiorini 11, Ceccarelli 16, Ioni, Ribelli 2. n.e.: Fabbri (L2), Anashkina, Pecorari, Giunti.

Bastia: (b.s. 4, v. 3, ricez. pos. 33%, prf. 26%, attacco 28%, muri 10, errori 11).

Castello: (b.s. 14, v. 10, ricez. pos. 51%, prf. 47%, attacco 26%, muri 3, errori 18).

Bastia Torna con un (Buon) Punto da Terni

schiacciata_cRocambolesca partita, senza esclusione di colpi, quella tra la capolista – padrona di casa – Acquasparta Terni e le ospiti de La Gargotta Bastia Volley, all’inseguimento del gruppetto di testa. Le atlete di coach Sperandio tornano al Pala Giontella con un buon punto che, come si dice in questi casi, smuove la classifica, in un’estenuante match di sorpassi e contro-sorpassi che vede – alla fine – trionfare Terni solo al tie-break. Imprendibile Eva Spacci, che tiene a galla Bastia con i suoi 23 punti; per le ternane, bella prova di Quondam (21), Uti (20) e Favoriti (18). Quasi due ore e trenta di gara che fanno morale per Bastia, che si dimostra ancora una volta avversario scomodo per chiunque in campionato!

Parte bene il sestetto di casa, che si tiene avanti di 3 punti per tutto l’arco del primo set (8-5), con le ragazze di Sperandio che riescono a non far scappare Quondam e compagne (16-13). Arriva, infatti, il calo delle padrone di casa che si fanno raggiungere e superare da Patasce e compagne (19-21) che, mettono la freccia, e si aggiudicano il primo set (23-25).

Strano andamento della gara anche nel secondo set, con l’equilibrio che regna sovrano fino a metà parziale (16-13), quando Quondam &co. decidono di allungare e di riportare il pallino del gioco a proprio favore (21-16). Dopo praticamente un’ora di gioco, il risultato torna in parità (25-19).

L’inerzia passa tutta dalla parte dell’Azzurra Volley, che fa la voce grossa dopo lo scivolone iniziale e parte forte dopo aver agguantato il pari (8-3). Provano capitan Uccellani e compagne a tenere botta, ma il vantaggio è troppo ampio (21-16) e arriva il sorpasso Terni (25-18). Ma quando Terni sembra avere ormai una marcia in più per aggiudicarsi il match, La Gargotta Bastia dimostra ancora una volta di essere un sestetto dal grande cuore, in un quarto set da 34 minuti vietato ai deboli di cuore, che l’Azzurra Volley guida fino ai tre-quarti di parziale (16-14), prima di essere – nuovamente – ripresa e sorpassata (18-21). Ma quando il tie-break sembra ormai cosa fatta, Uti e le altre provano a ribaltare nuovamente l’esito del parziale e c’è bisogno di una prova di carattere del Bastia per guadagnare un punto che fa morale (26-28)! Il tie-break premia, poi, la capolista, che arriva più lucida e meno stanca all’appuntamento con i 2 punti rimasti in palio, ma per Bastia è un bicchiere mezzo pieno nell’ottica di queste ultime uscite di campionato!

ACQUASPARTA AZZURRA VOLLEY TERNI – LA GARGOTTA BASTIA VOLLEY = 3-2 (23-25; 25-29; 25-18; 26-28; 15-8)

ACQUASPARTA AZZURRA VOLLEY TERNI: Di Patrizi (L), Favoriti 18, Quondam 21, Camilli 15, Uti 20, Campana 4, Persichetti 9. N.e.: Bertini (L2), Capirini, Brunetti, Pettinelli, Brivetti, De Santis, Boscaglia, Bozza.

LA GARGOTTA BASTIA VOLLEY: Codignoni, Rosi (L), Alessandretti 12, Buzzavi 4, Ercolanoni 4, Patasce 14, Tabai, Uccellani 4, Spacci 23, Grimaldi 6. N.e.: Lomurno, Bergamasco, Mancinelli (L2). All.: Gian Paolo Sperandio; ass.: Alberto Dionigi.

Acquasparta Terni: (b.s. 6, v. 5, ricez. pos. 49%, prf. 48%, attacco 38%, muri 10, errori 21).

Bastia: (b.s. 6, v. 8, ricez. pos. 40%, prf. 38%, attacco 26%, muri 4, errori 15).

Bastia Volley: A Tavernelle Missione Compiuta

imVendica la sconfitta di pochi giorni fa La Gargotta Bastia Volley del tandem Sperandio-Dionigi che, in soli 3 set, archivia la pratica delfino Tavernelle Agr. antico Molino e si rilancia in ottica Play-Off. Rischio contenuto, nonostante la buona prova delle padroni di casa che fanno sudare tutti e 3 i parziali a capitan Uccellani e compagne. Ottima prova corale per le bastiole, con i 9 punti di Eva Spacci, gli 8 di Uccellani e Patasce ma, soprattutto, vanno tutte a segno – eccezion fatta per i liberi – 17 su 17. In grande spolvero il palleggio con i 7 punti di Ercolanoni e i 4 di Ida Bergamasco; per la Delfino Tavernelle tutta l’offensiva è rimessa sulle spalle di Ilaria Orecchini (14 di personale).

DELFINO TAVERNELLE AGR. ANTICO MOLINO – LA GARGOTTA BASTIA VOLLEY = 0-3 (16-25; 21-25; 21-25)

DELFINO TAVERNELLE: Larini 6, Tordo C., Zugarini, Tordo V. 3, Maccari (L), Bragetta 4, Sargentini 3, Bartoccioni 4, Orecchini 14, Gioia 5, Ceccarelli 1.

LA GARGOTTA BASTIA VOLLEY: Lomurno 1, Codignoni 1, Rosi (L), Alessandretti 5, Buzzavi 5, Ercolanoni 7, Patasce 8, Bergamasco 4, Tabai 2, Uccellani 8, Mancinelli (L), Spacci 9, Grimaldi 2. All.: Gian Paolo Sperandio; ass.: Alberto Dionigi.

Tavernelle: (b.s. 8, v. 7, ricez. pos. 51%, prf. 44%, attacco 23%, muri 5, errori 10).

Bastia: (b.s. 5, v. 9, ricez. pos. 43%, prf. 37%, attacco 32%, muri 5, errori 9).

Bastia Volley: avanti veloce contro Gubbio

c_2017Niente di nuovo sul fronte Bastia Volley, con le ragazze di coach Sperandio che non perdono la concentrazione e aggirano, senza rischiare, l’ostacolo New Font Mori Gubbio. Ottima prova anche da parte di chi, in questa stagione, ha giocato meno, a conferma della solidità e della coesione di un gruppo che, abilmente guidato, può arrivare a togliersi grandi soddisfazioni. Mattatrice della serata la centrale Giada Buzzavi, con 12 punti di personale e ben 6 muri!

Dall’altra parte della rete è Costanza Mariucci (12) a suonare la carica per Gubbio, ma nulla può contro la corazzata di capitan Uccellani, che archivia la questione in 3 set. Ottima prova anche della palleggiatrice Ida Bergamasco, con 6 punti e tanta inventiva.

LA GARGOTTA BASTIA VOLLEY – NEW FONT MORI GUBBIO = 3-0 (25-20; 25-18; 25-17)

LA GARGOTTA BASTIA VOLLEY: Cei 1, Lomurno 6, Codignoni 6, Rosi (L), Buzzavi 12, Bergamasco 6, Uccellani 6, Mancinelli (L), Grimaldi 9. N.e.: Alessandretti, Ercolanoni, Patasce, Tabai, Spacci. All.: Gian Paolo Sperandio; ass.: Alberto Dionigi.

NEW FONT MORI GUBBIO: Sannipoli (L), Farneti, Trinei 4, Bellucci 1, Rossi 5, Mariucci 12, Fiorucci 1, Ianni 5, Minotti 6, Morelli 3, Ciliegi (L). N.e.: Pierucci, Sannipoli, Berrettoni, Rampini.

Bastia non Scherza a Carnevale: 0-3 a San Feliciano

schiacciata_cNon sarebbe totalmente d’accordo coach Gian Paolo Sperandio con il detto carnascialesco “a Carnevale, ogni scherzo vale”. Lo dimostra la concentrazione imposta dalla panchina bastiola e tramutata in campo in un netto 0-3 esterno, che rovina la festa alla Essepi San Feliciano. È capitan Giulia Uccellani a trascinare La Gargotta alla vittoria, con 18 fondamentali punti. Dall’altra parte della rete ci prova Veronica Giunti (10) a suonare la carica, ma Bastia si maschera da giustiziere e archivia la pratica San Feliciano.

Impone subito i suoi ritmi La Gargotta Bastia   che doppia le atlete di casa (4-8); queste però provano a tenere botta (11-13), costringendo Sperandio al time-out. Al rientro Mancinelli e compagne tornano a premere sull’acceleratore e Uccellani realizza due punti consecutivi (13-20), che mettono il risultato in ghiaccio (14-25).

Non arriva puntuale la reazione locale e, così, ne approfitta Francesca Alessandretti per portare avanti le compagne (2-7). Allunga Tabai di giustezza (6-12), ma Bastia pecca di eccessiva sicurezza e, invece di affondare il colpo del knock-out, fa tornare a galla Giunti e compagne (12-14). Il time-out di Sperandio è ancora profetico e rigenerante e Bastia torna a correre, con l’innesto di Kelly Grimaldi (17-21), portandosi sullo 0-2 (21-25).

Più equilibrato il terzo – e decisivo – set. Si va punto a punto fino al sorpasso di San Feliciano (10-9), che chiama ancora La Gargotta a catechismo da Sperandio. Arriva puntuale il ribaltone di Uccellani, con il muro che segna il 10-11; poi inventa Ida Bergamasco – in grande spolvero – con i punti del 14-17 e del 16-19. Prova a rifarsi sotto, in extremis, San Feliciano (20-23), ma il match è ormai compromesso e a Bastia non si scherza, neanche a Carnevale (20-25).

ESSEPI SAN FELICIANO – LA GARGOTTA BASTIA VOLLEY = 0-3 (14-25; 21-25; 20-25)

ESSEPI SAN FELICIANO: Migni 4, Biancalana 4, Raschi (L), Roccatelli 2, Angeletti, Marzocchi 5, Mencarelli 4, Giunti 10, Baldoni 5. N.e.: Riganelli, Marinelli, Bigi, Andrettini (L2), Pettirossi.

LA GARGOTTA BASTIA VOLLEY: Cei, Lomurno, Codignoni 9, Alessandretti 11, Ercolanoni 2, Bergamasco 2, Tabai 3, Uccellani 18, Mancinelli (L), Spacci 3, Grimaldi 4. N.e.: Buzzavi, Patasce. All.: Gian Paolo Sperandio; ass.: Alberto Dionigi.

San Feliciano: (b.s. 8, v. 8, ricez. pos. 38%, prf. 25%, attacco 23%, muri 1, errori 11).

Bastia: (b.s. 5, v. 4, ricez. pos. 53%, prf. 40%, attacco 39%, muri 2, errori 10).

Bastia riparte al meglio: Marsciano KO

c_2017Proprio quello che ci voleva per riprendersi dal mezzo passo falso con la Graficonsul San Mariano e ripartire per la corsa verso i Play-Off di fine stagione.

Gira il campionato, ma è sempre la stessa Gargotta Bastia, guidata saggiamente da coach Gian Paolo Sperandio e dai pilastri Alessandretti (16) e Uccellani (13), accompagnati dalla promettentissima Patasce (13). Per la Ecomet ci provano Jolanda Scarabottini (9) e Giulia Gierek (9), ma Bastia fa quadrato e porta a casa il bottino pieno.

A rompere l’equilibrio iniziale è proprio il sestetto di casa, che dopo aver studiato l’avversario con le prime schermaglie, allunga con l’ace di Eva Spacci (14-9), che costringe l’allenatore della Ecomet al time-out. Cala la guardia delle atlete in maglia Bastia Volley, tanto che Marsciano recupera (15-14) e spedisce Uccellani e compagne a catechismo da Sperandio. Il break sortisce, però, gli effetti sperati e, con Giulia Patasce, Bastia riprende le redini (19-15) e Francesca Alessandretti schianta a terra il pallone del 25-20.

Stesso canovaccio nel secondo parziale, con un inizio indeciso di Bastia; punto a punto fino alla fase mediale del set, con Giada Buzzavi brava a schiacciare il 10-5, che doppia Marsciano e tranquillizza la panchina bastiola. Prova a rientrare la Ecomet con Gierek, ma Patasce spara forte (19-13) e Bastia diventa imprendibile (25-17).

Prova ad imporre subito i ritmi Bastia nel terzo – e decisivo – set, con Codignoni e Uccellani che tengono alta la concentrazione e doppiano subito le ospiti (8-4).

Ancora una volta sono decisivi i time-out per invertire le tendenze, con Scarabottini & co. che si rifanno sotto (9-8), e il contro-ribaltone di Bastia, risvegliate dal torpore grazie alla carica di coach Sperandio (15-10). Girandola di cambi per Bastia, che controlla senza rischiare: entrano Francesca Rosi e Kelly Grimaldi, con quest’ultima che spara il punto del 22-17. È il momento anche di Bergamasco e Cei, che chiudono i conti e regalano a Sperandio e Dionigi 3 importanti punti.

LA GARGOTTA BASTIA VOLLEY – ECOMET MARSCIANO = 3-0 (25-20; 25-17; 25-18)

LA GARGOTTA BASTIA VOLLEY: Cei, Lomurno 1, Codignoni 2, Rosi (L2), Alessandretti 16, Buzzavi 2, Ercolanoni 2, Patasce 13, Bergamasco, Uccellani 13, Mancinelli (L), Spacci 4, Grimaldi 2. N.e.: Tabai. All.: Gian Paolo Sperandio; ass.: Alberto Dionigi.

ECOMET MARSCIANO: Antonini, Scarabottini J. 9, Scarabottini A. 3, Grandi 8, Ambroglini 1, Fagioli (L), Capponi 7, Cipolletti 2, Gierek 9. N.e.: Brunori, Palomba (L2), Martinoli, Marinelli, Troiani.

Bastia: (b.s. 4, v. 2, ricez. pos. 41%, prf. 39%, attacco 32%, muri 8, errori 9).

Marsciano: (b.s. 3, v. 6, ricez. pos. 61%, prf. 50%, attacco 19%, muri 6, errori 12)

Bastia occasione sprecata: San Mariano torna con 3 punti

eleUna sconfitta che fa male in casa Bastia.

Non tanto perché immeritata o perché arrivata contro un sestetto meno attrezzato, anzi, San Mariano viaggia nella zona altissima della classe – seconda alle spalle solo di Acquasparta Terni. È una sconfitta sonora, per le ragazze di coach Sperandio, perché Bastia era lì, ad un passo dall’andare sul 2-1, dopo essersi aggiudicata già il I set, ed aver fornito, per 3/4 di gara, una prova – quasi – impeccabile, all’altezza delle primissime del campionato.

Poi qualcosa si è bloccato, forse a livello mentale più che fisico, e – sul più bello – San Mariano non ha perdonato qualche errore di troppo, e ha calpestato i sogni di gloria di Bastia.

Alla fine non bastano i 13 punti di Alessandretti e di capitan Uccellani, che prova a suonare la carica fino alla fine; non basta la buona prova di Eva Spacci (7) alla prima davanti al suo nuovo pubblico; né la prestazione di Alice Mancinelli, una delle più concentrate.

Basta, invece, per San Mariano un’Arianna Corselli da 20 punti, per riportare dal PalaGiontella il – preziosissimo – bottino pieno.

Parte subito forte, però, San Mariano, che si porta avanti 1-5; ma Bastia è sul pezzo e non concede alle ospiti la fuga immediata (5-5). Prova ad allungare il sestetto di San Mariano, ma Mancinelli e Codignoni – con un bel muro e due punti consecutivi – riescono a ribaltare il risultato (12-10). Per Bastia torna Eleonora Tabai, dopo l’attacco influenzale che l’aveva tenuta fuori dal campo di gioco nelle prime due uscite dell’anno nuovo. E proprio Tabai con l’ace del 13-10, costringe al time-out l’allenatore ospite. Time-out che rigenera Distante e compagne, che ribaltano il risultato (17-18), ma è ancora brava Tabai a riportare subito l’equilibrio. È l’ace di Giulia Patasce ad incanalare il primo set in acque sicure per Bastia (21-19), che tengono botta – Tabai mura il 23-20 – e si aggiudicano il primo parziale (25-21).

Stesso canovaccio all’inizio di secondo set, con San Mariano che prova ad imporre i suoi ritmi, ma Bastia che si tiene a galla con capitan Uccellani e Francesca Codignoni che sparano forte (7-8). Corselli riesce a trovare spazio tra le mani del muro bastiolo e consente alle sue compagne di portarsi avanti (13-16), ma Bastia non demorde e recupera subito lo svantaggio (17-17). Paga lo sforzo il sestetto locale, che perde di brillantezza e arriva più stanco al momento dello sprint: ne approfitta San Mariano, nel complesso più cinico, che rimette il punteggio in parità (21-25).

Non si abbatte il sestetto del tandem Sperandio-Dionigi che, anzi, si batte testa a testa contro le seconde della classe (8-7), cercando l’allungo che avvicinerebbe Bastia ad un importantissimo punto (16-13). Nella seconda metà del terzo set accade di tutto: sorpassi e contro-sorpassi degni della più spettacolare MotoGp, con qualche errore individuale di troppo e tante giocate di fino. Prima la ribalta San Mariano (17-20), costringendo Sperandio al time-out, che porta i suoi frutti. Sale in cattedra, infatti, Eva Spacci che riporta in gara Bastia con l’ace del 23-23; Alessandretti porta Bastia ad un passo dal 2-1 (24-23), ma – proprio sul più bello – sono le stesse Spacci e Alessandretti, per uno strano contrappasso sportivo, a sbagliare due servizi consecutivi, ed il maggior cinismo di San Mariano prevale (25-27).

Occasione sfumata per Bastia e ragazze di Sperandio che sembrano accusare il colpo, con San Mariano che si trasforma in rullo compressore (2-9). Ci prova Bastia a rientrare in partita, con l’ace di Grimaldi che segna il 9-15, ma San Mariano è troppo lontano. L’ace di Ercolanoni è l’ultima illusione del match (14-19), con Corselli che porta le compagne all’allungo decisivo (14-22) che regala i 3 punti alle ospiti (18-25).

LA GARGOTTA BASTIA VOLLEY – GRAFICONSUL SAN MARIANO = 1-3 (25-21; 21-25; 25-27; 18-25)

LA GARGOTTA BASTIA VOLLEY: Lomurno 2, Codignoni 10, Rosi (L2), Alessandretti 13, Ercolanoni 4, Patasce 10, Bergamasco, Tabai 8, Uccellani 13, Mancinelli (L), Spacci 7, Grimaldi 2. N.e. Cei, Buzzavi. All.:  Gian Paolo Sperandio; assistente: Alberto Dionigi.

GRAFICONSUL SAN MARIANO: Vergoni 2, Narciso 2, Distante 10, Vata (L), Corselli 20, Betti 11, Valocchia, Margaritelli 1, Morarelli, Quinti 5, Montanari 10. N.e.: Vibi, Urbani (L2), Sechi, Maggi.

Bastia:(b.s. 7, v. 14, ricez. pos. 43%, prf. 36%, attacco 25%, muri 6, errori 20).

San Mariano: (b.s. 6, v. 11, ricez. pos. 45%, prf. 39%, attacco 30%, muri 2, errori 7).

Prossima Gara Serie C Femminile

Sabato 21 Aprile a PERUGIA alle ore 21:15
Libertas Perugia
Bastia Volley

Scopri di più

Segui Live la Partita!

Risultati Serie C Femminile

Foligno VolleyNew Font Mori Gubbio3-0
Nuova Trasimeno VolleySan Feliciano3-0
Città di CastelloSan Mariano3-2
Delfino TavernelleEcomet Marsciano0-3
Bastia VolleyEllera Volley3-1
ASD Azzurra VolleySeasons Vitt Chiusi3-1
Volley Team OrvietoLibertas Perugia3-0

Classifica Serie C Femminile

P.SquadraPt
1ASD Azzurra Volley60
2Seasons Vitt Chiusi50
3San Mariano
49
4Bastia Volley
49
5Ellera Volley
48
6Volley Team Orvieto
47
7Foligno Volley44
8Città di Castello36
9Libertas Perugia27
10Ecomet Masrciano26
11Nuova Trasimeno Volley25
12Delfino Tavernelle11
13San Feliciano10
14New Font Mori Gubbio1



Facebook

Instagram

Twitter