Torneo Nazionale Memorial Sulpizi

Consauto: interrotta striscia vincente

Lisiena VolajDeve arrendersi alla Graficonsul di San Mariano il sestetto di coach Gobbini che, dopo 4 vittorie consecutive, vede arrestata la propria corsa per consolidare la posizione Play-Off.Netto il risultato di 3 set a 0, marchiato a fuoco soprattutto dalla grande prestazione di Giada Vergoni – con 17 punti di personale – che lancia in classifica la Graficonsul, seconda ora solo alla corazzata di Ponte Felcino.Per la Consauto miglior realizzatrice Lisiena Volaj, ma troppo pochi i 9 punti dell’atleta bastiola, per fermare il sestetto di San Mariano.Ora la Consauto è attesa dal delicatissimo scontro diretto con la Pallavolo Libertas Perugia, per rialzare la testa dopo lo scivolone di Sabato.

Prova ad entrare forte in gara il sestetto del tandem Gobbini-Dionigi, con il +2 del primo tecncio, ad inizio match. Ma è l’unico vantaggio sostanzioso per la Consauto, che viene ribaltata da Vergoni e compagne, che sono brave a tenere dietro le avversarie e a non farle rientrare in gara.Doppiate già a metà parziale, con 8 punti di vantaggio massimo al secondo tecnico, che arriva fino al +13 del secondo set.Si dimostra troppo forte la Graficonsul, a causa soprattutto di una Consauto non in giornata, che non riesce a rispondere all’offensiva ospite.
Ora c’è da rialzarsi, per riprendere la corsa, per un team – quello della Consauto – che può ancora dimostrare ampiamente il proprio valore.

CONSAUTO SCHOOL VOLLEY BASTIA – GRAFICONSUL SAN MARIANO = 0-3 (13-25; 12-25; 19-25)

CONSAUTO SCHOOL VOLLEY BASTIA: Cei 4, Codignoni 5, Leonelli, Buzzavi 3, Ercolanoni 3, Crisanti, Tabai, Volaj 9, Mancinelli (L), Grimaldi. N.e.: Ficola (L2), Lomurno. All.: Marco Gobbini; assistente: Alberto Dionigi.

GRAFICONSUL SAN MARIANO: Vergoni 17, Distante 7, Vata (L), Segoloni 9, Vibi 6, Urbani 8, Margaritelli 1, Montanari 1. N.e.: Narciso, Valocchia, Fanelli, Maggi, Morarelli.

Consauto: (b.s. 7, v. 3, ricez. pos. 35%, prf. 26%, attacco 17%, muri 4, errori 1).
Graficonsul: (b.s. 9, v. 8, ricez. pos. 54%, prf. 37%, attacco 35%, muri 1, errori 4).

Crolla la Limmi: Derby alla Tuum

schContinua la corsa verso i primi posti del girone C di B1 nazionale per la Tuum Perugia Volley, che schianta le ragazze della Limmi con un tondo 3-0, a ribadire il risultato dell’incontro d’andata.Ampio divario in classifica e School Volley Bastia che non riesce – nonostante il grande sforzo – a tenere testa ad un lanciatissimo sestetto targato Bovari.Simbolo del tentativo di reazione per le ragazze di Sperandio, un imprendibile Alessia Castellucci che, con 18 punti di personale, riesce comunque a godersi la serata.Per la Tuum, decisiva Veronica Minati con 20 punti, con la collaborazione di Catena (14) e Porzio (11).Derby in casa per le sorelle Cruciani: si aggiudica il “piccolo” premio delle realizzazioni, Cristina, in maglia Limmi, che sigla 8 punti contro i 6 di Corinna, della Tuum.

Canovaccio identico in tutti e 3 i parziali di gara, con la Limmi che tiene botta alle cugine della Tuum nel primo spezzone di set, facendo prevalere l’equilibrio sempre fino a quota 10 punti per parte.Nella fase centrale mette lo zampino la Tuum, con le proprie forti personalità quali Minati e Catena – in particolare – che permettono al sestetto di casa di conquistare 2-3 punti di vantaggio, che la Tuum riesce a portare fino al secondo tecnico.Ventaglio di punti che, nel finale di tutti e 3 i set di gioco, tende ad aumentare, permettendo così alla Tuum di eludere la reazione d’orgoglio della Limmi e di chiudere il match con i netti parziali di 25-16; 25-21; 25-19.Proseguono dunque le due corse dei sestetti perugini, che vivono due diverse situazioni in classifica, ma che possono contare su atlete di qualità che hanno dimostrato di poter raggiungere qualsiasi obbiettivo, nessuno precluso.
Ora la Limmi è attesa da una presta reazione, che possa permettere alle ragazze di coach Sperandio di allontanarsi ulteriormente da una zona che non compete ad un team così attrezzato.

TUUM PERUGIA VOLLEY – LIMMI SCHOOL VOLLEY BASTIA = 3-0 (25-16; 25-21; 25-19)

TUUM PERUGIA VOLLEY: Chiavatti (L), Cruciani 6, Stincone 4, Minati 20, Catena 14, Porzio 11, Martinuzzo 8. N.e.: Santibacci (L2), Gaggiotti, Puchaczewski, Ragnacci, Fastellini. Allenatore: Fabio Bovari; assistente: Daniele Panfili.

LIMMI SCHOOL VOLLEY BASTIA: Valentini 1, Cruciani 8, Marcacci, Castellucci 18, Piccari (L), Tosti 6, Gallina 1, Nana 4, Ceccarelli, Meniconi. N.e.: Pici (L2), Patrignani, Patasce, Ribelli. allenatore: Gian Paolo Sperandio; assistente: Fabrizio Raspa.

ARBITRI: Marco Nampli; Luca Russo.

Tuum: (b.s. 8, v. 4, ricez. pos. 81%, prf. 60%, attacco 37%, muri 13, errori 8).
Limmi: (b.s. 6, v. 1, ricez. pos. 74%, prf. 54%, attacco 25%, muri 2, errori 4).

Perugia si accende: è derbyssimo Tuum-Limmi

Cristina CrucianiUn incontro-scontro che va al di là del campionato, ben oltre la classifica.
Si ferma la città per il derby di Perugia.
Tuum e Limmi. Limmi e Tuum: ambizioni diverse, ma tanta voglia di prevalere l’una sull’altra in questa sesta giornata di ritorno di un sempre più emozionante girone C di B1.
La Limmi School Volley Bastia sarà formalmente ospite Sabato sera quando, al teatro dei sogni della pallavolo umbra – il Pala Evangelisti – andrà in scena il derby tra i due sestetti perugini.Limmi reduce dalla mezza impresa con la Conad Sicomputer Ravenna, che passa solo al tie-break  (18-25; 25-16; 21-25; 25-18; 9-15) contro un sestetto di Sperandio davvero convincente sul piano del gioco e del carattere. Rallenta in testa Conad Sicomputer – dunque – che si fa riprendere da Coveme San Lazzaro, ora a pari punti.Decimo posto per Tosti e compagne, con 18 punti, a +7 dalla zona retrocessione segnata dalle due fiorentine, Cs San Michele e Montesport.Vittoria, abbastanza, agevole – invece – per la Tuum Perugia Volley, che archivia la questione Reggio Emilia, battendo per 3 set a 1 il fanalino di coda della Gramsci Pool Volley con i parziali di 15-25; 21-25; 25-18; 18-25.
Quinto posto in classifica, con 39 punti, a -3 dalla zona play-off (a 42 ci sono Olimpia Ravenna e – l’altra umbra – Zambelli Orvieto) e a -4 dalla vetta.
L’andata era terminata con un tondo 0-3 per la Tuum (13-25; 20-25; 22-25), ma ogni partita ha una storia a sé, specialmente nelle stracittadine.Riflettori puntati nel derby all’interno del derby, quello di casa Cruciani.
Si incontrano di nuovo sul terreno di gioco le due centrali, Cristina – per la Limmi – e Corinna – per la Tuum, per le quali il match di Sabato avrà di certo un sapore diverso… un sapore in più.Impossibile perdersi dunque lo spettacolo del derby di Perugia, tutto da scrivere, in cartello Sabato 11 Marzo alle ore 20:30 presso il Palasport Evangelisti.

I fischietti dell’incontro saranno i sigg.  Marco Nampli e Luca Russo. Che altro?
Non mancate!!!

Che Grinta Limmi! Ravenna costretta al Tie-Break

schProva di carattere e d’orgoglio per le ragazze della Limmi School Volley Bastia, che recuperano due volte lo svantaggio e conquistano un punto importantissimo per la classifica e – soprattutto – per il morale, contro la capolista Conad Sicomputer Ravenna. Oltre due ore di gara, che regalano un bellissimo spettacolo a tutto il pubblico intervento al Palazzetto di San Marco, con sorpassi e contro-sorpassi degni del miglior motomondiale. Decisiva, alla fine, la schiacciatrice ravennate Chiara Aluigi con i 21 punti di personale, davvero imprendibile a tratti. Ma prova decisamente positiva per Beatrice Meniconi, che serve palloni al veleno, schiaccia fulmini e si immola per tenere su ogni pallone; chiude con 17 punti – 9 solo nel quarto set – e una partita più che convincente.

Esperienza, grinta e astuzia anche per le colonne della Limmi: capitan Tosti realizza 16 punti, e dona sicurezza a tutto il sestetto con la propria duttilità sul terreno di gioco, come un vero e proprio punto di riferimento; Cristina Cruciani si “ferma” a 11, ma con sprazzi di grande volley suona la carica nei momenti dove il sestetto di coach Sperandio deve ruggire per tenere a bada la Conad Sicomputer; geometrica Marcacci, esplosiva Piccari, pungente Castellucci – 12 punti per lei – e sempre pronta a colpire la giovane Christelle Nana, che mette in cascina altri 10 punti a conferma dell’ottima stagione dell’atleta. Entrano alla grande anche le altre dalla panchina: una prova di maturità corale con Ceccarelli che si regala anche un ace, Pici che vola e dimostra di essere sempre pronta, Gallina che realizza un punto da veterana e Valentini, sempre preziosa con il suo atteggiamento saggio e propositivo. Un bel Sabato per la Limmi, che non ottiene il bottino pieno ma che, questa volta, non ha nulla da recriminare: ora – però – che la strada è tracciata, questa va continuata di corsa, senza stop e con tanta voglia di vincere e convincere.

Nel primo set prova subito a farsi sentire la capolista con Nasari e Aluigi che scandiscono il ritmo, e Ravenna guadagna subito 4 punti di vantaggio al primo tecnico; ma il buongiorno si vede dal mattino e la Limmi risponde subito presente, con il primo ribaltone del match, che porta le ragazze della School dal -4 fino al +1 nella fase mediale del set. Allertata, cambia marcia però la Conad Sicomputer con Rubini e il sestetto ospite recupera il vantaggio iniziale, che porta fino alla fine del parziale (18-25).

Non si lasciano certo intimidire Tosti e compagne, che rientrano più convinte che mai e piegano sul +4 – questa volta per Bastia – le avversarie al primo tecnico: super la prestazione del capitano in maglia numero 10, che inaugura il set con 3 perle e invia subito un chiaro messaggio a Sestini & co. Tiene botta la Limmi, sempre grazie ad un secondo parziale da incorniciare per la Tosti, assistita alla grande da Castellucci – che fa fuoco di copertura con la sua potenza – e mantiene il vantaggio impedendo il rientro di Ravenna. Sul 19-15 coach Caliendo prova a far girare l’inerzia del set con il time-out, che non sortisce però gli effetti sperati, e – manco a dirlo – Silvia Tosti a muro sigla il 21-15, foriero di successo. Si ricomincia dal pari, ma non ci stanno Sestini e Aluigi, che prendono sulle spalle le compagne e rifilano subito un passivo di 1-5 a coach Sperandio, che richiama la Limmi in time-out: ma la School Volley Bastia ci ha già abituato, quando tutto sembra finito, l’occhio della tigre si spalanca e – al rientro – è 6-5 con Castellucci che spara e Cruciani che rifinisce.

Nella fascia centrale del terzo set è ancora Alessia Castellucci protagonista, che prima si fa murare due volte conscecutive, e poi ricambia il favore con – a sua volta – un muro che rimette in piedi la School (9-10). Bene anche Christelle Nana, che sotto rete tiene a galla le compagne, scosse dalla potenza di Chiara Aluigi, che vuole prendere il largo (12-14). Crolla però la roccaforte della Limmi, che cade in un profondo black-out e fa scappare Ravenna, che ringrazia e si impone (15-21). Entra anche Federica Pici, secondo libero, ma non è certo un messaggio di resa, ed è proprio lei a dimostrarlo con due difese da protagonista e – anche grazie a lei – la Limmi rientra (19-22). Troppo tardi, però: 1-2 Ravenna e tutto da rifare.

Incandescente il quarto parziale, nel quale nessuno dei due sestetti in campo vuole lasciare un solo punto alle avversarie; si va punto a punto dall’1-1 fino al break della Limmi, che con il +2 sul 9-7 rompe l’incantesimo che aveva congelato l’andamento del set; qui sale in cattedra Beatrice Meniconi, alla quale – nel quarto set – riesce di tutto: esordio con ace in questo magic moment, e punti su punti macinati da tutte le posizioni, anche in caduta. Periodo ultra positivo per la School Volley Bastia, impacchettano Tosti e Marcacci; fa buona guardia Piccari e Meniconi spedisce: è decisivo il tie-break per stabilire chi avrà la meglio (25-19).

Nel quinto set è un’altra atleta ad elevarsi per distacco: Chiara Aluigi, schiacciatrice della Conad Sicomputer, che fa fuoco e fiamme e crea subito il divario decisivo nel tie-break, tanto che al cambio campo è 2-8 e risultato (quasi) vincolato. Quasi, perchè la Limmi non muore mai: è Margherita Gallina a suonare la carica e costringere coach Caliendo al time-out; ci prova Castellucci, ma Aluigi e compagne scappano via e si aggiudicano i due punti rimasti in palio.

LIMMI SCHOOL VOLLEY BASTIA – CONAD SICOMPUTER RAVENNA = 2-3 (18-25; 25-16; 21-25; 25-19; 9-15)

LIMMI SCHOOL VOLLEY BASTIA: Pici (L2), Valentini, Cruciani 11, Marcacci 2, Castellucci 12, Piccari (L), Tosti 16, Gallina 1, Nana 10, Ceccarelli 1, Meniconi 17. N.e.: Patrignani, Patasce, Ribelli. All.: Gian Paolo Sperandio; assistente: Fabrizio Raspa.

CONAD SICOMPUTER RAVENNA: Sestini 6, Mazzini 1, Aluigi 21, Nasari 15, Torcolacci 15, Rubini 12, Lugli 2, Mastrilli (L), Gardini, Balducci. N.e.: Raggi. All.: Nello Caliendo; assistente: Alberto Del Giudice.

ARBITRI: Antonio Gaetano di Catanzaro e Pierluigi Sodano di Vibo Valentia.

Limmi: (b.s. 4, v. 3, ricez. pos. 62%, prf. 43%, attacco 38%, muri 9, errori 13).
Conad Sicomputer: (b.s. 11, v. 1, ricez. pos. 76%, prf. 47%, attacco 36%, muri 4, errori 13).

LIMMI: A SAN MARCO ARRIVA LA CAPOLISTA

Cristina CrucianiRiprende – finalmente – il campionato dopo un’interminabile settimana di stop. E riprende subito con la prova del fuoco per la Limmi, dopo la sconfitta con San Michele nell’ultimo turno.

Brutto colpo per coach Sperandio tornare da Firenze con 0 punti, dopo che nelle ultime settimane si era vista – a tratti – una super School Volley Bastia, in grado di lottare anche con le prime della classe. Missione tutt’altro che semplice – Sabato – affrontare la Conad Sicomputer Ravenna che, al contrario, ha il morale alle stelle dopo il successo per 3-0 contro Montesport e la contemporanea sconfitta casalinga della Zambelli Orvieto contro l’altro sestetto ravennate, che ha riconsegnato alla Teodora il primato in classifica. Una delle poche note liete dell’uscita toscana, per la Limmi, la fase realizzativa della centrale Cristina Cruciani, sempre pericolosa per le difese avversarie; ora capitan Tosti e la stessa esperta centrale, dovranno risollevare l’animo delle compagne, per continuare a lottare su ogni pallone fino al termine di questa sofferta stagione. C’è da ritrovare la propria identità, da recuperare un po’ di fiducia nei propri mezzi e di stringere il coltello tra i denti per tentare di rosicchiare punti in ogni palazzetto… questa sì, missione possibile!

Attenzione soprattutto all’opposto della Conad Sicomputer, Nasari, miglior realizzatrice nell’ultima uscita della capolista contro Montespertoli.

Appuntamento fissato per Sabato 4 Marzo ore 17:30 presso il Palazzetto di San Marco – Perugia. A dirigere l’incontro il sig. Antonio Gaetano, coadiuvato dal sig. Pierluigi Sodano.

Importante strappare qualche punto per la Limmi… ma non sarà facile con una lanciatissima Ravenna.

Aspettiamoci una gara spettacolare e aperta ad ogni risultato… non mancate!

Consauto School Volley Bastia: Azzurra Terni Strappa un Punto

serie-c-school-volley-bastiaCombattuta – forse più del previsto – la delicata partita casalinga della Consauto, che vince, ma solo al tie-break, lasciano un punto alla penultima della classe. Decisivi alla fine i 17 punti di Volaj e i 15 di Tabai, ben assistite da Leonelli (10), Grimaldi (9) e Buzzavi (8). Bene anche Codignoni e il palleggiatore Ercolanoni, con 4 punti di personale, con Crisanti che la sostituisce nel quarto e realizza anche 2 punti. Fa buona guardia Mancinelli, imprescindibile nei momenti clou del set. Per Azzurra Terni ottima prova di Uti con 21 punti, ben supportata da Boscaglia (17) e Pecoraioli (15).

Nel primo parziale nessuno dei due sestetti in gara riesce a prendere il largo con la Consauto che mantiene il vantaggio minimo dal primo tecnico fino alla parte centrale del set; troppo piccolo il divario per restare al sicuro, tanto che inizia la gara dei controsorpassi con Uti e compagne che ribaltano all’altezza del secondo tecnico, per poi subire l’ennesima rimonta firmata Volaj-Tabai, che archiviano il primo set (25-22).

Spettacolare il rientro in campo con la Consauto che fa le prove di fuga e stacca da subito l’Azzurra Volley di 5 punti (8-3). Quando tutto peró sembra scontato, arriva puntuale la rincorsa delle ternane, che rientrano in gara e si aggrappano al set con le unghie e con i denti; arriva nuovamente al 16 il sorpasso Terni, che riesce questa volta a mantenerlo almeno fino al 24-24. Rientra la Consauto in un finale di set spettacolare e incerto, ma a spuntarla è Terni con il 25-27 che riaddrizza il match sul pari.

Reazione rabbiosa nel terzo parziale, con la Consauto desiderosa di rimettere il match nei binari giusti; set mai in discussione con Mancinelli e le altre che allungano dal +1 (8-7), al +4 (16-12), al +6 (21-15) per poi chiudere con ben 7 punti di vantaggio, riprendendosi l’inerzia dell’incontro. Non riesce, peró, a scongiurare il tie-break la Consauto, nonostante il vantaggio, in un quarto tempo dove l’Azzurra Terni tiene dietro il sestetto di coach Gobbini dall’inizio alla fine, costringendo le atlete di casa al quinto set. Tie-break estenuante dopo più di due ore di gioco con la Consauto “costretta” a vincere e l’Azzurra Terni esaltata dal punto giá conquistato e con meno da perdere.

Nonostante questo a fare il gioco è il sestetto di casa che tiene il vantaggio di due punti fino ai tre-quarti del parziale decisivo; ma Terni dimostra di non meritare il penultimo posto della classe e rientra per l’ennesima volta nell’incontro candidandosi alla vittoria finale. Equilibrio che arriva fino al 15-15, con la Consauto che rompe il pari con il break che attribuisce i due punti rimasti in palio alla School Volley Bastia; 1 punto importante che – come si dice – smuove la classifica per le atlete ospiti.

CONSAUTO SCHOOL VOLLEY BASTIA – AZZURRA VOLLEY TERNI = 3-2 (25-22; 25-27; 25-18; 24-26; 17-15)

CONSAUTO SCHOOL VOLLEY BASTIA: Codignoni 4, Leonelli 10, Buzzavi 8, Ercolanoni 4, Crisanti 2, Tabai 15, Volaj 17, Mancinelli (L), Grimaldi 9, Lomurno. N.e.: Cei, Mecarelli, Ficola (L2). All.: Marco Gobbini; assistente: Alberto Dionigi.

AZZURRA VOLLEY TERNI: Pecoraioli 15, Mastini 5, Coa (L), Uti 21, Piergiovanni, Toni 8, Boscaglia 17, Bozza 1. N.e.: Bobbi, Valenti, Bordoni, Troiani (L), Ferretti, Testa, Lucidi.

Consauto: (b.s. 12, v. 12, ricez. pos. 35%, prf. 28%, attacco 21%, muri 3, errori 16).
Azzurra: (b.s. 16, v. 6, ricez. pos. 45%, prf. 39%, attacco 32%, muri 7, errori 13).

CONSAUTO: A BASTIA ARRIVA L’AZZURRA

Lisiena VolajNon vuole fermarsi la corsa della Consauto School Volley Bastia, in piena zona play-off e reduce dall’insidiosa trasferta di Marsciano, combattuta fino all’ultimo pallone del tie-break. Sabato arriva al Pala-Giontella di Bastia Umbra il sestetto ternano dell’Azzurra volley, penultima a 9 punti in classifica, formazione che ha bisogno di punti e che farà di tutto per mettere in difficoltà le ragazze del tandem Gobbini-Dionigi, per tentare di piazzarsi quanto più in alto possibile in vista dei Play-Out.

Un match da non sottovalutare, ma che Volaj e compagne dovranno cercare di portare a proprio vantaggio, per ottenere il bottino pieno che vorrebbe dire mettere pressione su Chiusi e Città di Castello, ad oggi rispettivamente quarta e quinta della classe, a +4 dalla Consauto.

Come detto, le atlete di coach Gobbini hanno ottenuto 2 punti nello scorso turno, aggiudicandosi al tie-break il match contro Ecomet Marsciano (25-23; 27-29; 25-20; 19-25; 12-15). Al contrario le prossime avversarie della Consauto hanno perso davanti ai propri sostenitori per 3 set a 1 nello scontro diretto con la Polisportiva Delfino Agr.Antico Molino Eurospin.

Appuntamento da non perdere, in cartello alle ore 21:15 di Sabato 25 Febbraio 2017 presso il Palazzetto dello Sport di Via Giontella, Bastia Umbra (ingresso gratuito).

Non mancate!

Decisivo il tie-break: a Marsciano la spunta la Consauto

Francesca CodignoniContinua a muovere la classifica il sestetto di coach Gobbini, che riporta da Marsciano 2 punti dopo essere stata in svantaggio due volte. Per rimanere aggrappate al match, le ragazze della Consauto hanno dovuto fare gli straordinari, portando il secondo parziale fino a quota 29, in un bellissimo e tesissimo testa a testa. Alla fine la spuntano le ospiti al tie-break, grazie all’ennesima ottima prova di Lisiena Volaj che per un punto non raggiunge quota 30; accanto a lei, Francesca Codignoni, tanta sostanza e 19 punti in cascina. Bene anche Leonelli (12) e Mancinelli (L), con Ercolanoni che disegna traiettorie in palleggio e si regala anche 2 punti di personale. Per la Ecomet, è super la solita Giulia Gierek, che con 27 punti prova a prendersi in carico le compagne… ma niente da fare. La spunta la Consauto che, così, puó continuare ad insidiare le prime posizioni con il proprio – positivo – rullino di marcia.

Primo set equilibrato, con Marsciano che non vuole fare onori di casa, ma – anzi – prova subito ad imporre il proprio ritmo, mettendo il muso avanti con 2-3 punti che, peró, non la mettono al sicuro. Al secondo tecnico è 16-14, ma la Consauto non riesce a rientrare e concede al sestetto di casa di allungare (21-18) in modo irreparabile. Così Gierek e compagne mettono il punto sul primo parziale 25-23.

La ripresa del gioco vede il set più spettacolare dell’intero incontro con la Consauto che non ci sta a rimanere indietro e la Ecomet, padrona di casa, che cerca di archiviare la disputa. Sembra a tratti uno scambio tennistico il match all’interno del match tra Gierek e Volaj che si scambiano cartoline, con Codignoni che supporta la schiacciatrice bastiola e che permette alla Consauto di mettere il piede oltre la linea.  Ma non è così facile per le ragazze di Gobbini: dal 24-24 si arriva punto a punto fino al 27-27, quando la Consauto rompe l’equilibrio e allunga in modo fatale.

Altalenante l’andamento del terzo parziale con Marsciano che prova subito a vendicare l’allungo fallito: ma il vantaggio delle padrone di casa viene ribaltato nel corpo centrale del set 15-16 quando si va a riposo per il t.o. tecnico. Al rientro, peró, è black-out Consauto, con Marsciano che concretizza una serie positiva di 6 punti e ipoteca il terzo set. Troppo tardiva la reazione della School Volley, c’è ancora da inseguire. Ma nel quarto set la Consauto ritrova la propria identità da leonesse, e lascia indietro Marsciano in un parziale senza storia: giá al primo tecnico il sestetto ospite è avanti +5. Vantaggio che tende ad espandersi fino al +7 del 14-21, che anticipa la necessità di un tie-break.

Ma al set di spareggio, l’inerzia è ancora tutta dalla parte della School, che inizia di nuovo fortissimo: Volaj e compagne mettono 3-4 punti avanti in difesa del risultato e neanche il colpo di reni della Ecomet riesce a rimettere in equilibrio il match.

La spunta la Consauto 12-15 in un bellissimo e altalenante incontro, che distribuisce così 2 punti a Bastia e 1 a Marsciano.

ECOMET MARSCIANO – CONSAUTO SCHOOL VOLLEY BASTIA = 2-3 (25-23; 27-29; 25-20; 19-25; 12-15)

ECOMET MARSCIANO: Brunori 1, Scarabottini 7, Chiucchiù 7, Ambroglini 11, Fagioli (L), Martinoli 2, Cipolletti 9, Gialletti 7, Gierek 27. N.e.: Orlandi, Marinelli, Palomba, Capponi.

CONSAUTO SCHOOL VOLLEY BASTIA: Cei 1, Codignoni 19, Leonelli 12, Buzzavi 4, Ercolanoni 2, Crisanti, Tabai 5, Volaj 29, Mancinelli (L), Lomurno. N.e.: Mecarelli, Ficola (L2), Grimaldi. All.: Marco Gobbini ; Assistente: Alberto Dionigi

Ecomet: (b.s. 13, v. 7, ricez. pos. 58%, prf. 54%, attacco 26%, muri 9, errori 21).

Consauto: (b.s. 9, v. 7, ricez. pos. 42%, prf. 31%, attacco 26%, muri 5, errori 18).

Tonfo School Volley: Firenze si Conferma Bestia Nera

schIncredibile l’effetto che San Michele Firenze ha per le ragazze di coach Sperandio: 11 punti totalizzati dalle toscane in tutto il campionato… e ben 5 strappati proprio alla Limmi, tra andata e ritorno.
Un’occasione persa per le umbre: scappare a 20 punti e diventare praticamente imprendibili; invece ora San Michele si avvicina, anche se il margine dalle zone caldissime della classe è ancora abbastanza consistente.
Ma serve un’altra marcia per non rischiare di sudarsi la salvezza fino all’ultimo set, serve continuità alla School, l’unica cosa che – in questa stagione – non è quasi mai stata pervenuta.
Uniche note liete i 19 rintocchi di Cristina Cruciani, ultima ad arrendersi – come spesso accade – accompagnata ai 13 di un’evanescente Meniconi che – quando c’è – si fa sentire.
Dall’altra parte della rete, a fare la differenza sono le solite Giulia Cheli e Chiara Sacconi, rispettivamente con 22 e 20 punti di personale.

Come all’andata, a partire forte è la Limmi, che – nel primo caso – era addirittura riuscita a portarsi avanti di due set a zero.
Questa volta, invece, il conto si ferma a uno, quando le ragazze di Sperandio sono brave a tracciare il solco con le avversarie al rientro dal secondo tecnico (14-16), riuscendo ad allungare il divario da +2 a +5 (16-21).
Ma ancora una volta, nulla è scontato, tanto che Sacconi suona la carica e Firenze riesce a rientrare in gara; troppo tardi però, e ad aggiudicarsi il primo parziale e la School Volley Bastia (23-25).
Da qui parte allora il duetto Cheli e Sacconi, prolungato e inesorabile, che risulta incredibilmente velenoso per la ricezione School: nel secondo set l’equilibrio si protrae, con – anzi – la School a tenere avanti il muso, in entrambi i time-out tecnici, con il vantaggio minimo e – forse – con la speranza di poter amministrare senza problemi.
Ma a pochi punti dalla chiusura del parziale arriva il break di San Michele e Firenze agguanta e rimonta la Limmi (21-20), per poi lasciarla lì… come se fossero scariche le pile (25-21).
Ristabilito il pari, arriva dunque il colpo di reni delle padrone di casa, che sentono l’odore di impresa – proprio come all’andata – e alzano un muro di 3 punti, che divide le due compagini per l’intero parziale. Non riesce a rientrare in gara la School Volley Bastia ed – anzi – lo svantaggio raddoppia (21-15); prova con l’orgoglio il sestetto ospite a ribaltare, ma Firenze è ormai in fuga (25-20).
Capitan Tosti e compagne rientrano allora in svantaggio sul terreno di gioco e con la paura di non riportare a casa neanche un punticino. L’effetto è subito evidente ai più: reazione rabbiosa Limmi e Cruciani che schiaccia a terra palloni fino ad accumulare 3-4 punti di vantaggio, che non danno però tranquillità.
Alle idi del quarto set, infatti, gira il match, con Firenze che riesce – ancora una volta – ad approfittare del calo delle umbre, e compie il sorpasso decisivo (16-14). Da qui è black-out totale per le ragazze di Sperandio con 5 punti consecutivi per Firenze al rientro dal t.o. tecnico (21-14) e incontro in ghiaccio (25-20).
Sconfitta amara e livello di tempesta perfetta per la School, che deve rialzarsi al più presto… e alla prossima arriva Ravenna.

CS SAN MICHELE FIRENZE – LIMMI SCHOOL VOLLEY BASTIA = 3-1 (23-25; 25-21; 25-20; 25-20)

CS SAN MICHELE FIRENZE: Ristori 4, Puccinelli 11, Brandini 13, Colzi 3, Venturi (L), Bridi 5, Cheli 22, Sacconi 20. N.e.: Martini, Ermini, Romanelli (L2), Testi, Bianciardi, Rossi. All.: Sergio Travaglini; assistente: Giacomo Raffa.

LIMMI SCHOOL VOLLEY BASTIA: Valentini 8, Cruciani 19, Marcacci 2, Castellucci 2, Piccari (L), Tosti 8, Gallina, Nana 8, Ceccarelli, Meniconi 13. N.e.: Pici (L2), Patrignani, Patasce, RIbelli. All.: Gian Paolo Sperandio; assistente: Fabrizio Raspa.

Firenze: (b.s. 8, v. 3, ricez. pos. 68%, prf. 38%, attacco 39%, muri 5, errori 17).
Limmi: (b.s. 4, v.2, ricez. pos. 66%, prf. 47%, attacco 32%, muri 8, errori 11).

La Consauto School Volley Bastia demolisce Trevi

serie-c-school-volley-bastiaNessun problema per le ragazze di coach Gobbini, che si sbarazzano facilmente dell’ultima della classe, Monini Trevi, arenata a quota zero punti. Piena zona play-off – al contrario – per Volaj e compagne, che possono continuare così la propria corsa grazie al tondo 3-0 di San Marco. Mai in discussione il match, con la stessa Lisiena Volaj  mattatrice della serata (15 di personale), ben assistita da Lomurno (7), Tabai (6) e Cei (5).

Un’ora precisa di match e Monini Trevi che non riesce a realizzare più di 16 punti in nessuno dei 3 parziali; fa buona guardia il libero di casa, Alice Mancinelli, nonostante alcune fiammate di Comodi e Carbonari. Allunga in classifica – allora – la Consauto che tornerà in campo Sabato 18 a Marsciano contro la Ecomet, sestetto locale già sconfitto 3-0 all’andata. School Volley Bastia sesta della classe con 28 punti, contro i 23 della Ecomet Marsciano.

Nessun obiettivo sembra precluso: il tandem Gobbini-Dionigi ha già dimostrato di potersela giocare contro tutti… e poi, si sa, i play-off sono un mondo a sé!

CONSAUTO SCHOOL VOLLEY BASTIA – MONINI TREVI = 3-0 (25-15; 25-12; 25-16)

CONSAUTO SCHOOL VOLLEY BASTIA: Cei 5, Mecarelli 2, Codignoni 3, Leonelli 3, Ercolanoni, Ficola (L2), Crisanti 4, Tabai 6, Volaj 15, Mancinelli (L), Grimaldi 3, Lomurno 7. N.e.: Buzzavi. Allenatore: Gobbini Marco; assistente: Dionigi Alberto.

MONINI TREVI: Nocchi 5, Sabbatini (L), Comodi 7, Bozzi 5, Pettinelli 1, Lomoro, Pioli, Sirci 2, Carbonari 6. N.e.: Cecera, Curti, Natalini, Catalucci, Santini, Orsini.

Consauto: (b.s. 5, v. 10, ricez. pos. 64%, prf. 44%, attacco 40%, muri 1, errori 6).
Monini: (b.s. 10, v.3, ricez. pos. 40%, prf. 30%, attacco 24%, muri 2, errori 11).

Prossima Gara B1 F Girone C

Sabato 18 Marzo SAN MARCO  Perugia ore 17:30
School Volley Bastia
Energy 04 Moie

Scopri di più

Risultati B1 Girone C Giornata 19

Tuum Perugia VolleySchool Volley Bastia3-0
VC Cesena RIVEmilbronzo 20003-1
Zambelli OrvietoSia Coperture S.Giustino3-1
Conad Sicomputer RavCMC Olimpia Ravenna3-1
CS San Michele FirenzeGramsci Pool Volley3-0
Videomusic-FGLCoveme S.Lazzaro VIP2-3
Ecoenergy 04 MoieMontesport FI2-3

Classifica B1 Femminile Girone C

P.SquadraPt
1Conad Sicomputer Rav46
2Zambelli Orvieto45
3Coveme S.Lazzaro VIP
45
4Tuum Perugia Volley
42
5CMC Olimpia Ravenna
42
6Ecoenergy 04 Moie33
7Videomusic-FGL27
8Emilbronzo 200026
9Sia Coperture S.Giustino22
10VC Cesena RIV18
11School Volley Bastia
18
12CS San Michele Firenze14
13Montesport FI13
14Gramsci Pool Volley8



Facebook

Instagram

Twitter